Storia della stella di Natale

Un’antica leggenda atzeca narra che questa pianta dalle lucenti brattee rosse sia il risultato di una tragica storia d’amore. Le gocce di sangue scaturite dal cuore infranto di una dea Azteca hanno creato la stella di Natale.

La stella di Natale è stata importata in Europa solo negli ultimi anni e pare che la sua origine sia del Centro America, addirittura, quindi è più che esotica. Fu scoperta, pare nel lontano 1520 dagli spagnoli di Hernán Cortés giunti nella capitale azteca Tenochtitlán. Gli spagnoli la notarono tra i fiori e i frutti che erano destinati a Montezuma, un imperatore azteco che regnò dal 1502 al 1520, ma solo nel 1825 Joel Robert Poinsett l’ambasciatore degli Stati Uniti in Messico, ne portò alcuni esemplari nella sua casa, in Carolina, per iniziare a coltivarli ed è in suo onore che assegnarono alla pianta il nome botanico: Euphorbia Pulcherrima, detta Poinsettia.

Significato

Questa pianta è segno di buon auspicio e rinnovamento. Originaria del Messico, furono i missionari spagnoli a ribattezzarla con il nome che conosciamo, poiché, offrendo il meglio di sé proprio in coincidenza con tale festività, incarna lo spirito di rinascita del Natale.
E’ diventata perciò uno dei simboli natalizi ed è abitudine molto diffusa regalarla durante le festività come pensiero benaugurante.

Particolarità

Da studi fatti, pare che sia utile da tenere in casa in quanto ha la proprietà di rimuovere i vapori chimici di alcune sostanze nocive disperse nell’aria di ambienti chiusi.
Delle Euphorbiacee, di cui fa parte la Euphorbia pulcherrima, se ne conoscono ben 1770 specie in tutto il mondo e come molte di queste, una volta incisa, emette un liquido bianco irritante, facilmente arrestabile ponendo un pizzico di terriccio nei tagli. Se si è venuti a contatto, con le dita è meglio non toccare la bocca o gli occhi.
Se si vuole avere una fioritura nella stagione successiva, la potatura sarà determinante, in quanto la Poinsettia, fiorisce sui rami nuovi e non su quelli dell’anno precedente.
Se qualche ramo si dovesse spezzare può essere recuperato. Una volta reciso deve essere bruciato alla base con un accendino o scottato nell’acqua bollente per cicatrizzare la ‘ferita’; poi si può mettere tranquillamente in un vaso con l’acqua: durerà 10-15 giorni.

Come Coltivare le Stelle di Natale

Nel mese di dicembre la stella di natale diventa simbolo di solidarietà, con la distribuzione in piazza della stella di natale AIL (Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma).

Era il 1989 quando, grazie all’intuizione della presidente di AIL di Reggio Calabria, furono vendute le prime 500 Stelle di Natale per acquistare dei macchinari necessari all’ematologia locale. L’idea fu riconosciuta e apprezzata e quattro anni più tardi scesero in piazza anche le altre Sezioni AIL. 

Da allora l’iniziativa si ripete ogni anno, il cui ricavato viene impiegato per far sì che i pazienti e le loro famiglie non si trovino mai soli nella loro battaglia e che la ricerca scientifica non si fermi.

☆ ★ ☆

Happy Xmas (War Is Over) è un brano natalizio scritto da John Lennon e Yōko Ono e pubblicato nel 1971. La melodia è tratta da Stewball, un vecchio brano folk tradizionale, e il sottotitolo è lo slogan usato per la sua campagna per la pace della fine del 1969.
Nato come segno di protesta contro la guerra in Vietnam è diventato tra i più noti classici natalizi.