Perchè alla fine rimane l’essenziale

Qualcuno ha detto una volta, paradossalmente, che la cultura è ciò che rimane quando si è dimenticato tutto quello che si è imparato. E in un certo senso è vero. Perchè alla fine rimane l’essenziale. Cioè il quadro di riferimento, le grandi linee di forza, il modo in cui le cose si muovono ed evolvono. È questo che dà all’uomo la capacità di interpretare e giudicare il proprio tempo e anche la propria storia. E di muoversi nella società.

di Piero Angela
Quark Economia – Per capire il mondo che cambia, Garzanti 1986

 

*Immagine Pixabay.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.