Multa di velocità

Un uomo sta guidando moderatamente in una stradina di campagna quando a un certo punto un carabiniere lo ferma.
«Le devo fare una multa per eccesso di velocità!» dice il carabiniere. Al che l’uomo lo supplica di non farla, allora il carabiniere gli dice: «Senta… a me piacciono molto gli indovinelli. Se lei sa rispondere esattamente a questo indovinello, non le farò la multa!». Allora l’uomo si prepara tutto concentrato ed esorta il carabiniere a fargli l’indovinello.
«In una stradina buia si vedono due fari… che cos’è?» dice il carabiniere, e l’uomo risponde: «Come che cos’è… è una macchina!» e il carabiniere ribatte: «Troppo generico… poteva essere una Punto o una BMW… mi dispiace le devo fare la multa!».
L’uomo si mette a supplicare il carabiniere per una domanda di riserva, così il carabiniere gliela concede: «In una stradina buia si vede un faro… che cos’è?» e l’uomo risponde: «Come che cos’è… è un motorino!», ma il carabiniere facendo la multa dice: «Mi dispiace… troppo generico.. poteva essere una Vespa o un Ciao… devo farle la multa!».
Così l’uomo un po’ seccato accetta la multa, e poi dice: «Senta signor carabiniere… lei mi ha fatto la multa, ma visto che gli piacciono tanto gli indovinelli posso fargliene uno io?», e il carabiniere molto orgoglioso ascolta l’uomo.
«In una stradina buia ci sono dei fuocherelli ai margini della strada… cosa sono?» e il carabiniere prontamente: «Come cosa sono… sono prostitute!» e l’uomo: «Ehh… mi dispiace… troppo generico… potevano essere sua moglie, sua madre, sua figlia, sua sorella…».

😆