Dalle donne: Margherita Hack

Ipazia rappresentava il simbolo dell’amore per la verità, per la ragione, per la scienza che aveva fatto grande la civiltà ellenica.
Con il suo sacrificio cominciò quel lungo periodo oscuro in cui il fondamentalismo religioso tentò di soffocare la ragione.

Margherita Hack


Margherita Hack
(1922-2013) è stata un’astrofisica e divulgatrice scientifica. Una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. Laureatasi con una tesi in astrofisica, ha insegnato Astronomia all’Università di Trieste per circa trent’anni. Specializzata in spettroscopia stellare, è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia. Straordinaria divulgatrice, ha collaborato con numerosi giornali e fondato la rivista L’Astronomia.

Una donna con i piedi ben piantati per terra ma con lo sguardo sempre rivolto all’insù. Un’astrofisica atea, con un’incrollabile fiducia nella scienza e nell’uomo. Si batte in Italia contro quella che considera una cronica quanto inspiegabile paura di molti verso la scienza e le sue potenzialità. Invitando i giovani, anche attraverso i suoi libri, a continuare quel lavoro di esplorazione che ha fatto della sua vita una magnifica avventura.

Tratto da: Wise Society

Donna è: avere il coraggio delle proprie opinioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.