L’inviato – Stefano Benni

Visitai paesi lontani
per trovare la rabbia
ma fui sempre
un ricco tra i poveri
e tornavo a parlarne
un po’ abbronzato.
Fui abbastanza sincero
e mai troppo bugiardo
ma il coraggio,
quello vero
non lo trovai mai.
Ora dirigo
un prestigioso giornale
i miei amici dicono
che non ho più amici
ma ho una grande collezione
di cappelli esotici
di liquori forti
di foto di morti.

di Stefano Benni
da Ballate, Feltrinelli Milano 1991